Foglietti illustrativi farmaci
 
 
055 588887
 
Orario continuato 8.00-24.00
dal lunedi al venerdi
 
Sabato e domenica minimo 20-24
più i turni diurni riportati nella sezione orari
 
Sabato le due farmacie
di Piazza delle Cure garantiscono
un orario minimo 9-13 16-24
 
 
 
News
Contro ictus o infarto: l´aspirina funziona di più se si prende di sera
 
Così inibisce meglio la coagulazione del sangue, massima nelle prime ore della mattina
I benefici sulla fluidificazione del sangue e quindi sulla prevenzione degli attacchi cardiaci dell´acido acetilsalicilico, più comunemente noto come aspirina, sono già noti. Un gruppo di studiosi dell´University Medical Center di Leida, in Olanda, ha ora messo in evidenza, per la prima volta, che assumere il farmaco la sera, prima di andare a letto, sortisce effetti migliori rispetto al prenderlo di mattina, appena svegli. Questo perché, spiegano i ricercatori, l´assunzione serale inibirebbe l´attività delle piastrine - i componenti del sangue responsabili della coagulazione - che al mattino presto raggiunge i livelli massimi. Lo studio, in attesa di pubblicazione, è stato presentato a Dallas nel corso della Scientific Sessions dell´American Heart Association.

Più coaguli di notte - Le piastrine sono i componenti del sangue responsabili della coagulazione: se, da una parte, sono indispensabili per la vita umana poiché aiutano le ferite a rimarginarsi e le emorragie a bloccarsi, dall´altra sono anche responsabili della formazione di coaguli di sangue "di troppo" che possono arrivare a ostruire il passaggio del sangue nei vasi sanguigni, provocando infarti e ictus. La loro attività è massima nelle prime ore del mattino: e secondo parte della comunità scientifica è proprio per questo che la maggior parte degli infarti e degli ictus accade proprio in quella parte della giornata.

Lo studio - I ricercatori guidati da Tobias Bonten hanno monitorato l´assunzione dell´aspirina da parte di 290 pazienti con malattia cardiaca: l´assunzione, per alcuni dei partecipanti, era serale, mentre per altri avveniva al mattino, dopo il risveglio. Gli studiosi hanno quindi monitorato, per tutta la durata dello studio, la pressione sanguigna e i livelli di coagulazione dei partecipanti allo studio: ed è emerso che, mentre la pressione sanguigna non risultava diminuita dall´assunzione serale del farmaco, l´attività delle piastrine veniva invece ridotta in modo significativo: "L´attività piastrinica è più alta al mattino, che è anche il momento in cui si verificano la maggior parte degli infarti e degli ictus - spiega Bonten -. Ridurre quindi l´attività piastrinica durante le prime ore del mattino potrebbe aiutare a contenere il numero di infarti e ictus in quel periodo della giornata".
News
 
Una terapia genica per bloccare l´Alzheimer: primi dati positivi su animali
----------------------------------------------
 
Calano i bimbi vaccinati, l´allarme: "Preoccupano morbillo e rosolia" SANITÀ
----------------------------------------------
 
Diabete, entro il 2035 un miliardo di malati nel mondo
----------------------------------------------
 
Contro ictus o infarto: l´aspirina funziona di più se si prende di sera
----------------------------------------------
 
Dalla vitamina E un possibile aiuto per i malati di Alzheimer
----------------------------------------------
 
Tumori: 27 alimenti per la prevenzione del cancro
----------------------------------------------
 
SEMPRE MENO MORTI DI TUMORE IN EUROPA
----------------------------------------------
 
Ictus: colpa di 5 difetti genetici, ma un test ci avvertirà
----------------------------------------------
 
Tumori, gli immigrati muoiono più degli italiani
----------------------------------------------
 
Usa, raddoppia l´uso di contraccezione d´emergenza Otc
----------------------------------------------
 
 
   
Farmacia della nave
Piazza delle Cure 1r - Firenze
p.iva 05032940487
   
   
Tel. 055 573717
Tel. 055 588887
Fax 055 5058272
   
   

info@farmaciadellanave.it

aggiungi a preferiti

   
Il nostro sito web NON utilizza cookies di profilazione
powered by